Scienza dell’alimentazione

Mangiare bene per vivere meglio

La parola dieta è troppo frequentemente associata all’idea di privazione e sacrificio quando, invece, dovrebbe più semplicemente indicare un insieme di regole comportamentali volte al raggiungimento del benessere psicofisico.

La dieta non va intesa solo come un regime alimentare ipocalorico per perdere peso, bensì va interiorizzata come un’alimentazione sana ed equilibrata da seguire per mantenere uno stato di salute ottimale, è un investimento per la nostra salute. Una corretta alimentazione ha un ruolo fondamentale nella prevenzione di numerose patologie. Il 35% della popolazione italiana adulta è in sovrappeso e il 10% obesa, ma questo non costituisce un problema meramente estetico: sovrappeso e obesità sono infatti un fattore di rischio per malattie cardiovascolari, diabete, disturbi gastro-intestinali. Per queste ragioni l’alimentazione dovrebbe essere non privazione e rinunce, ma apporto quanto più possibile vario ed equilibrato di nutrienti.

Il cibo, tuttavia, non è “semplicemente” nutrimento, è anche cultura, religione, può diventare un aggregante sociale.

Un’alterazione delle abitudini alimentari e un’eccessiva preoccupazione per il peso e per le forme del corpo, può succedere che generino disturbi dell’alimentazione (Anoressia Nervosa, Bulimia Nervosa, Binge Eating Disorder, ecc.), gravi malattie, molto diffuse soprattutto nei giovani, ma anche nella fasce più adulte, associate a disturbo dell’immagine corporea.

Per queste ragioni la dieta dev’essere personalizzata, ragionata e frutto di precise valutazioni individuali.

Corretta alimentazione significa anche adattare qualità e quantità alle diverse fasi della vita: gravidanza, adolescenza, menopausa, terza età, attività sportiva intensa, ecc… È quindi opportuno scegliere con cura la quantità e la tipologia di nutrienti in maniera appropriata in ogni fase e condizione della nostra esistenza.

Educazione alimentare e stile di vita

Nel nostro studio medico, proponiamo, per queste ragioni, un modello terapeutico a carattere multidisciplinare che offre al paziente un approccio completo.

La relazione di ognuno di noi con il cibo è infatti determinata e condizionata da diversi fattori: rapporto con il proprio corpo, relazioni affettive e familiari, eventi traumatici, industria alimentare, “sentito dire”, ecc.

Il nostro scopo è quello di fornire una valutazione globale al fine di strutturare un programma personalizzato che prenda in considerazione le caratteristiche biologiche, psicologiche e ambientali che possono avere influenzato lo sviluppo della condizione nel paziente.

I professionisti del nostro studio medico sono formati su un linguaggio comune e, pur mantenendo ognuno la propria identità, si integrano secondo un’unica metodologia terapeutica, accompagnando le persone lungo un percorso di educazione alimentare che ha come fine ultimo la salute del paziente.

Richiedi consulenza