Medicina Estetica

Medicina Estetica

La Medicina Estetica è la branca della medicina che, come evidenzia il nome, ha certamente come finalità la risoluzione di inestetismi che provocano disagio nell’individuo, il suo scopo ultimo, tuttavia, è quello di promuovere il benessere individuale, stimolando la costruzione e rielaborazione dell’equilibro psicofisico del singolo che vi si rivolge. Il tutto si svolge attraverso un programma di medicina educativa, sociale, preventiva e correttiva, curativa e riabilitativa. L’origine della Medicina Estetica si situa all’interno di una fondamentale intuizione, quella secondo la quale la salute dell’uomo è data dal rapporto armonico con le diverse fasi della propria vita e con il proprio inserimento sociale e ambientale. Salute, dunque, non significa più semplicemente “assenza di malattia” ma sta ad indicare il completo benessere psicofisico e sociale della persona come previsto dalla definizione data dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Alla base di questa disciplina vi sono i due principi che ne costituiscono la stessa denominazione, la Medicina e l’Estetica, entrambe volte a configurare un progetto di benessere psichico, fisico e sociale. Colui che si rivolge alla medicina estetica, infatti, non richiede esclusivamente la correzione di un difetto estetico, ma ricerca anche una prescrizione che sia in grado di migliorarne le condizioni e la qualità della vita. Numerosi sono gli apporti a questa branca medica che, per raggiungere il miglior risultato, mette in atto una collaborazione multidisciplinare, ricorrendo alle conoscenze delle scienze fondamentali quali biofisica, patologia, fisiologia; alle acquisizioni della medicina generale, della chirurgia e di altre specializzazioni (medicina interna, endocrinologia, dietologia, dermatologia, angiologia, ortopedia, fisiatria, chirurgia plastica…) e del contributo sostanziale di altre discipline umane (antropologia, filosofia, pedagogia, psicologia, sociologia, ecologia e comunicazione…).

Richiedi consulenza